Il piacere inconfondibile di assaporare una nuova ricetta...
Visualizze le ricette e deliziati in cucina...
Ricette realizzate con alimenti semplici, genuini...
Regalati un momento di successo in cucina con le nostre ricette...
previous arrow
next arrow
Slider

POLONIA | PIEROGI

Ingredienti

800 gr di farina 00

2 uova intere

2 tuorli

400 ml circa di acqua calda 1 kg di patate vecchie

500 gr di Twarog (in alternativa ricotta vaccina)

250 gr di burro

2 cipolle

2 cucchiai di erba cipollina Sale q.b.

Preparazione

1) Sulla spianatoia impastate farina, un pizzico di sale, uova e tuorlo, aggiungendo poco alla volta l’acqua calda, fino ad ottenere un impasto liscio e non appiccicoso. Formate una palla che ricoprirete con della pellicola trasparente e lasciate riposare 45 minuti. 

2) Nel frattempo bollite le patate come se doveste fare gli gnocchi (circa 40 minuti se sono di forma regolare e non molto grosse), pelatele sotto l’acqua fredda e passatele due volte con lo schiacciapatate, raccogliendo la purea in una ciotola. Incorporate il twarog (o la ricotta) mescolando bene l’impasto e regolate di sale e pepe. 

3) Riprendete la pasta e, sulla spianatoia infarinata e con l’aiuto di un mattarello, stendetela in uno spessore di circa ½ cm. 

4) Con un bicchiere o un coppa pasta del diametro di circa 7/ 8 cm ricavatene dei dischi.

5) Riempite una sac à poche con l’impasto di patate e cominciate a farcire i Pierogi, ponendone al centro di ognuno una quantità di circa 1 nocciola e ½ . Richiudeteli a mezzaluna pizzicando leggermente le estremità per evitare la fuoriuscita del ripieno e con i rebbi di una forchetta, conferitegli la classica zigrinatura del bordo.

6) Sciogliete il burro in una padella piuttosto larga e fate soffriggere la cipolla tagliata molto finemente, quindi rosolate i Pierogi circa 3 minuti per lato, finchè non comparirà una crosticina “effetto piastra”. Serviteli caldi con una spolverata di erba cipollina. Ottima anche la versione “italianizzata” del piatto, con un condimento di speck, rosolato in olio, e una pioggia di parmigiano.

Lascia un commento

Chiudi il menu